Donna incintaIl parto si divide in tre fasi. Nella prima fase, il collo dell’utero si ritrae verso l’interno e si dilata; nella seconda fase sono compresi tutti quegli eventi, che culminano con il parto e nella terza fase si assiste al distacco della placenta e delle membrane dall’utero e alla loro successiva espulsione.

Questa suddivisione è comunque puramente didattica, poiché nessuna donna al momento del parto ragiona in termini di prima, seconda o terza fase e tantomeno nessuno annuncerà alla futura mamma che è nella prima fase oppure che sta iniziando la seconda.

Solitamente, si assiste ad una serie di eventi che portano la prima fase a sfumare nella seconda e così via. Raramente il parto risulta essere così nitido e parcellizzato, come viene descritto nei libri e spesso la terza fase passa inosservata.

Lo strumento gratuito Calcolo Data Presunta Parto.

Regolo Ostetrico Online: funzionamento e utilità in gravidanza.

Il parto rappresenta un’esperienza totalizzante e unica nella vita della donna, caratterizzata da una serie di sensazioni e di emozioni a cui difficilmente la futura mamma, che aspetta il suo primo figlio, è preparata.

Importanza del calcolo della data presunta del parto

Il parto è un evento a cui la gestante, nel corso dei nove mesi, deve preparasi e, per questo motivo, può essere molto importante per lei conoscere la data presunta del parto.

Conoscendo la data presunta del parto, la donna può iniziare ad organizzare la sua gravidanza e la propria vita, sia lavorativa che personale.

Data Presunta Parto - Come si calcola?

Solitamente la data presunta del parto viene calcolata il giorno della prima visita ginecologica. Spesso, però, la donna non vuole aspettare fino a quel momento, anche perché si sa “la curiosità è donna” e, quindi, può ricorrere ad uno dei tanti metodi di calcolo, facili da utilizzare.

Calendario Parto Si può utilizzare il regolo ostetrico, stampabile da diversi siti online oppure il calcolatore elettronico della data presunta del parto, che si basano sullo stesso principio ed hanno la medesima affidabilità, in quanto il risultato ottenuto rappresenta una semplice stima.

Il risultato del calcolo è comunque molto variabile ed è soggetto ad una serie di influenze esterne, quali possono essere lo stress e la temperatura. Per questo motivo, il calcolo della data presunta del parto fornisce un risultato puramente indicativo.

Oltre a questi metodi di calcolo, anche il ginecologo può stimare la data presunta del parto, grazie alle ecografie, a cui si sottopone periodicamente la donna.

Come si stima la data del parto

Sia il regolo ostetrico che il calcolatore elettronico, nel loro calcolo, si basano sul giorno dell’ultima mestruazione, verificatasi nella donna. Potrebbe capitare che la donna non ricordi con certezza quel giorno, per cui si potrebbe decidere di approssimarla.

Conoscendo la data dell’ultima mestruazione, vengono aggiunti a quel giorno 280 giorni, che corrispondono a nove mesi più dieci giorni.

Alcuni calcolatori utilizzano nel calcolo la data del concepimento, che solitamente avviene durante il quattordicesimo giorno del ciclo ovarico, per cui, in questo caso, al giorno del concepimento vengono aggiunti 266 giorni.


Il calcolo della data del parto approfondito in utili articoli sugli strumenti e i metodi di calcolo più diffusi per la stima.
La data presunta calcolata è meramente dimostrativa e non sostituisce il consulto medico. P.iva 03808600161

Disclaimer - Contatti